Sei in : Home page > Diario da Pechino > Il CIO promuove la qualitÓ dell'aria. Si studiano alternative per le gare a rischio

Diario da Pechino

 

Il CIO promuove la qualitÓ dell'aria. Si studiano alternative per le gare a rischio

17.03.2008

Il Comitato olimpico internazionale promuove la qualitÓ dell'aria di Pechino. I controlli effettuati nell'agosto 2007, ad un anno dalla manifestazione, hanno dato esito positivo e certificano che, nel complesso, non esistono rischi per la salute degli atleti. Gli unici dubbi sono legati alle competizioni all'aperto nelle quali i partecipanti dovranno produrre uno sforzo continuo di almeno un'ora. Esiste quindi qualche riserva per la prova di ciclismo, di mountain bike, per la maratona, la marcia, il triathlon e le gare di nuoto in mare aperto. Il CIO, per questo, collaborerÓ con le principali federazioni internazionali per attivare le procedure necessarie alla preparazione di un 'piano B'''. La qualita' dell'aria verrÓ controllata quotidianamente dall'Ufficio di Protezione ambientale di Pechino e si terrÓ conto delle condizioni meteo nel luogo destinato ad ospitare la gara. Sulla base dei dati, verra' presa l'eventuale
decisione di posticipare l'evento ''se necessario''.